Nosiol

Nosiola

Nosiol è ottenuto da uve Nosiola. E’ una varietà autoctona molto coltivata fino a 15-20 anni fa sulle nostre colline ma ora in via di lenta estinzione per motivi esclusivamente economici. La varietà è la Nosiola ma in questa determinata zona del Trentino è sempre stata chiamata al maschile “Nosiol”. Era il vino che si beveva sempre in “caneva” prima del pasto, al ritorno dai campi, in compagnia della luce tenue delle candele. Un vino leggero ma che nel suo essere autoctono esprime al meglio il sapore semplice e contadino del nostro territorio.

Il vigneto è stato messo a dimora nel 1994. Ha una superficie di 1400 metri quadrati e un’altitudine di 350 s.l.m.: si ottengono circa 1400 bottiglie per una produzione che si attesta sui 80-90 quintali ad ettaro.

L’uva viene vendemmiata delicatamente a mano per evitare di rompere gli acini. Per caduta gli acini passano nella pressa pneumatica dove vengono spremuti. Il mosto poi effettua la fermentazione in botti di acciaio inox e qui vi rimane per circa 6 mesi. Prima di essere messo in vendita passa riposa altri 6 mesi in bottiglia.